Come risparmiare sulle bollette e tagliare le spese

507

Indice dei Contenuti

Consigli utili per risparmiare sulla bollette della luce e del gas

L’aumento del costo di energia elettrica, gas, acqua e telefono viene avvertito fortemente da tutte le famiglie, che non possono di certo evitare di pagare. Si possono però mettere in atto alcuni accorgimenti che insegneranno come risparmiare sulle bollette.

Fortunatamente, da oltre 10 anni, il mercato e il mondo dell’energia è cambiato. Con l’entrata in vigore del mercato libero il cittadino, il privato, le aziende etc, hanno la possibilità di scegliere il fornitore adeguato alle proprie esigenze.

Il mercato tutelato persisterà ancora per qualche tempo (Luglio 2020), perciò consigliamo a tutti di passare al mercato libero al più presto. Se questo passaggio non avverrà il cliente sarà entrerà nel mercato di salvaguardia.

Come risparmiare sulle bollette

 

Risparmiare sulla bolletta della luce

Esistono alcune proposte di aziende fornitrici di elettricità che prevedono una tariffa base, calcolata sui consumi medi mensili di ogni famiglia: scegliendo una determinata fascia, si avrà la certezza di pagare una somma fissa per ogni bolletta.

Se ad esempio non sei mai a casa, usi gli elettrodomestici principalmente durante le ore serali e nei weekend, ti converrà optare per una tariffa bioraria in modo da ottimizzare i consumi a seconda della fascia oraria.

Se invece trascorri molto tempo a casa e i tuoi consumi sono distribuiti uniformemente nel corso dell’intera giornata, potrai optare per una tariffa monoraria, che invece non prevede alcuna variazione a seconda della fascia oraria.

E’ importante scegliere la migliore tariffa in base alle nostre esigenze e abitudini.

Risparmiare sulla bolletta del gas

Risparmiare sulla bolletta del gas è possibile effettuando una regolazione del riscaldamento durante il periodo invernale, nel caso di impianto autonomo, e usando con criterio l’acqua calda.

Il primo aspetto riguarda la gestione efficiente del calore, che può avvenire in diverse maniere. In primo luogo bisognerà isolare infissi e porte, per evitare spifferi che possano disperdere inutilmente il calore accumulato.

In secondo luogo sarà molto utile installare delle apposite valvole da inserire su ciascun termosifone, per regolare in ogni ambiente il giusto livello di temperatura da raggiungere.

Infine, è bene regolare il termostato a temperature non troppo elevate, mai sopra i 20/21 gradi.

Bonus per famiglie a reddito basso

Si tratta del bonus sociale per elettricità e gas introdotto dal governo nel 2007 e reso operativo dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico che consente una riduzione sui costi delle bollette alle famiglie in condizione di disagio economico o fisico e alle famiglie numerose.

Per presentare la domanda occorre recarsi presso il comune di residenza o al Caf o alle comunità montane, servendosi degli appositi moduli. Vediamo, nel dettaglio, tutte le informazioni utili per poter usufruire del bonus energia.

Per i clienti residenti con potenza impegnata fino a 3 kW l’importo del bonus elettrico per disagio fisico è di:

  • 193 euro per i consumi inferiori a 600 kWh/anno (fascia minima);
  • 318 euro per i consumi compresi tra 600 e 1.200 kWh all’anno (fascia media);
  • 460 euro per i consumi superiori a 1.200 kWh all’anno (fascia massima).

Per i clienti residenti che impiegano una potenza superiore a 3 kW l’importo del bonus elettrico per disagio fisico è di:

  • 452 euro se si rientra nella fascia minima (consumi fino a 600 kWh all’anno);
  • 572 euro per chi rientra nella fascia media (consumi compresi tra 600 e 1.200 kWh annuali);
  • 692 euro per chi rientra nella fascia massima (consumi superiori a 1.200 kWh annuali).

Gli importi previsti sono differenziati rispetto alla categoria d’uso associata alla fornitura di gas, alla zona climatica di appartenenza del punto di fornitura e al numero di componenti della famiglia anagrafica (ARERA).

Risparmiare sulle bollette: Eliminare gli sprechi in casa

  • E’ consigliabile mantenere una temperatura di 20°C durante l’arco della giornata e di 19°C per la sera
  • Arieggiare gli spazi della casa in momenti strategici della giornata: la mattina appena svegli, per circa dieci minuti
  • Tenere spenti i termosifoni nelle stanze non utilizzate
  • Eseguire la manutenzione dell’impianto gas almeno una volta l’anno

 

Presta attenzione al modo in cui utilizzi gli elettrodomestici. Ad esempio nel caso della lavatrice e della lavastoviglie cerca di attivarle solo a pieno carico, privilegiando lavaggi a basse temperature.

Nel caso di riscaldamento centralizzato puoi richiedere l’installazione del sistema di contabilizzazione del calore per pagare solo quello che effettivamente consumi.

Risparmiare sulle bollette: Migliorare le prestazioni energetiche della casa

Con la Legge di Bilancio 2018 sono state prorogate ed estese le agevolazioni risparmio energetico: chi effettua lavori di adeguamento nella propria casa o anche nel condominio può beneficiare di una detrazione Irpef fino al 75% e per una spesa che può arrivare fino a 100.000 euro.

Ti suggeriamo queste letture

Perchè usare l’illuminazione a led per la propria casa

Impianto elettrico in una casa nuova

Impianto Elettrico: A chi affidarsi

Bilancio familiare: Come risparmiare e gestire le spese

Articoli Correlati



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere