Edilizia Libera: Tutte le opere senza permesso

81
edilizia libera

Dal recente anno, grazie al Decreto Ministeriale del 2 marzo 2018 entrato in vigore il 23 aprile e sancito dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministero per la semplificazione e la pubblica amministrazione, è finalmente possibile avere il primo elenco, dichiarato non esaustivo, dei principali piccoli interventi edilizi realizzabili senza alcun titolo abilitativo, dunque senza Cila, Scia o permesso di costruire.

Dal 2001 esiste, in realtà, il testo unico sull’edilizia (dpr 380/2001) che già definisce le categorie di intervento realizzabili liberamente – i cosiddetti interventi in edilizia libera – ma si tratta più di categorie di interventi che non di specifiche opere da realizzare o elementi da adottare, facendo sorgere, negli anni, innumerevoli dubbi interpretativi a chi si trovava nella posizione di voler indire un intervento edile. Per tale motivazione si è giunti, grazie alla Conferenza unificata Stato-Regioni, a sottoscrivere l’accordo sul glossario unico, ovvero il primo elenco delle opere di edilizia libera, in attuazione dalla disciplina sulla Scia.

interventi di edilizia libera

Elenco degli interventi di edilizia libera del DPR 380/2001

Secondo il “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia” – modificato dal Dlgs 222/2016 – le categorie di interventi realizzabili in edilizia libera, riguardano:

  • la manutenzione ordinaria;
  • l’installazione delle pompe di calore di potenza termica inferiore a 12 kW;
  • l’eliminazione di barriere architettoniche che non comportino alterazioni della sagoma dell’edificio;
  • l’attività temporanea di ricerca nel sottosuolo fuori dal centro edificato, escluse le attività di ricerca di idrocarburi;
  • i movimenti di terra legati all’attività agricola e alle pratiche agro-silvo-pastorali;
  • le serre mobili stagionali, fuorché non si tratti di strutture in muratura;
  • le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni entro l’indice di permeabilità;
  • i pannelli solari e fotovoltaici;
  • le aree ludiche senza fini di lucro.

 

Glossario unico

Il glossario unico, sancito dal DM 2 marzo 2018, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222, chiude il cerchio delle semplificazioni in materia di edilizia, fornendo un elenco delle principali opere che è possibile effettuare senza autorizzazioni, avvalendosi ovviamente di figure specializzate che rilascino le dovute certificazioni post operam.

Va inoltre ricordato che le opere facenti parte dell’edilizia libera, devono comunque seguire le prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le normative sull’attività edilizia applicabili, quali: norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, sull’efficienza energetica, norme di tutela dal rischio idrogeologico e disposizioni del codice dei beni culturali e del paesaggio.

Il glossario prevede dunque, nel dettaglio, la realizzazione di ciascuno dei seguenti elementi, organizzati per categoria.

 

  • Interventi di manutenzione ordinaria:
  1. Manutenzione, riparazione, sostituzione e rinnovamento di:

pavimentazione interna ed esterna.

  1. Rifacimento, riparazione e tinteggiatura di:

intonaco interno ed esterno.

  1. Riparazione, sostituzione, rinnovamento, ed eventuale messa a norma, di:

– elementi decorativo delle facciate;

– opere di lattoneria;

– impianti di scarico;

– rivestimenti interni ed esterni;

– serramenti e infissi interni ed esterni;

– parapetto e ringhiera.

  1. Installazione, riparazione, sostituzione e rinnovamento di:

– inferriate;

– altri sistemi anti-intrusione.

  1. Riparazione, sostituzione, rinnovamento, inserimento di eventuali elementi accessori e rifiniture necessarie di:

– elementi di rifinitura delle scale;

scale retrattili e di arredo.

  1. Riparazione, rinnovamento, installazione e sostituzione nel rispetto delle caratteristiche tipologiche e dei materiali del:

manto di copertura.

controsoffitti non strutturali.

  1. Riparazione e il rinnovamento di:

controsoffitti strutturali.

  1. Riparazione, sostituzione, rinnovamento, realizzazione finalizzata all’integrazione impiantistica e messa a norma di:

– comignolo o terminale a tetto di impianti di estrazione fumi.

  1. Riparazione, rinnovamento o sostituzione di elementi tecnologici o delle cabine e messa a norma di:

ascensore;

– impianti di sollevamento verticale.

10.Riparazione e/o sostituzione, realizzazione di tratto di canalizzazione e sottoservizi e messa a norma di:

rete fognaria e rete dei sottoservizi.

  1. Riparazione, integrazione, efficientamento, rinnovamento, sostituzione e integrazione apparecchi sanitari e impianti di scarico, messa a norma di:

impianto elettrico;

– impianto per la distribuzione e l’utilizzazione di gas;

– impianto igienico e idro-sanitario.

  1. Installazione, riparazione, integrazione, adeguamento, rinnovamento, efficientamento e messa a norma di:

– impianto di illuminazione esterno;

– impianto di protezione antincendio;

– impianto di climatizzazione;

– impianto di estrazione fumi;

antenna/parabola;

– altri sistemi di ricezione e trasmissione;

punto di ricarica per veicoli elettrici.

 

  • Pompe di calore di potenza termica utile nominale inferiore a 12 kW

Installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento e messa a norma di:

– pompa di calore aria-aria;

– deposito di gas di petrolio liquefatti.

 

  • Eliminazione delle barriere architettoniche

Installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento, messa a norma, purché non incida sulla struttura portante, di:

ascensore, montacarichi;

servoscala e assimilabili;

rampe;

apparecchio sanitario e impianto igienico e idro-sanitario;

dispositivi sensoriali.

 

  • Attività di ricerca nel sottosuolo

Installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento di:

– opere strumentali all’attività di ricerca nel sottosuolo attraverso carotaggi,         perforazioni e altre metodologie.

 

  • Movimenti di terra

Manutenzione, gestione e livellamento di:

terreno agricolo e pastorale;

vegetazione spontanea;

impianti di irrigazione e di drenaggio, finalizzati alla regimazione ed uso dell’acqua in agricoltura.

 

  • Serre mobili stagionali

Installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento di:

– serra compresi elementi di appoggio e/o ancoraggio.

 

  • Pavimentazione di aree pertinenziali

Realizzazione, riparazione, sostituzione, rifacimento di:

– intercapedine;

– locale tombato;

pavimentazione esterna, comprese le opere correlate, quali guaine e sottofondi;

vasca di raccolta delle acque.

 

  • Pannelli fotovoltaici a servizio degli edifici

Installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento di:

– pannello solare;

pannello fotovoltaico;

– generatore microeolico.

 

  • Aree ludiche ed elementi di arredo delle aree di pertinenza mobili stagionali

Installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento di:

opera per arredo da giardino e assimilate;

gazebo, di limitate dimensioni e non stabilmente infisso al suolo;

gioco per bambini e spazio di gioco in genere, compresa la relativa recinzione;

pergolato, di limitate dimensioni e non stabilmente infisso al suolo;

ricovero per animali domestici e da cortile, voliera e assimilata, con relativa recinzione;

ripostiglio per attrezzi, manufatto accessorio di limitate dimensioni e non stabilmente infisso al suolo;

sbarra, separatore, dissuasore e simili, stallo biciclette;

tenda;

tenda a pergola;

copertura leggera di arredo;

elemento divisorio verticale non in muratura, anche di tipo ornamentale e similare.

 

  • Manufatti leggeri in strutture ricettive

Installazione, riparazione e rimozione di:

manufatti leggeri in strutture ricettive all’aperto, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni e assimilati.

 

  • Opere contingenti temporanee

Installazione, previa Comunicazione Avvio Lavori, nonché interventi di manutenzione, riparazione e rimozione per i quali non è necessaria la Comunicazione di:

– gazebo;

– stand fieristico;

– servizi igienici mobili;

– tensostrutture, pressostrutture e assimilabili;

– elementi espositivi vari;

– aree di parcheggio provvisorio, nel rispetto dell’orografia dei luoghi e della vegetazione ivi presente.

 

Per le opere edilizie realizzabili mediante Cila, Scia, permesso di costruire e Scia alternativa al permesso di costruire, gli elenchi saranno adottati in seguito, e permetteranno, insieme al glossario unico, di individuare, in un modo uniforme in tutta Italia, come si classifica l’intervento che si intende realizzare e, se prevista, qual è l’autorizzazione necessaria.

Resta informato, leggi tutto quello che ti interessa sulle NORMATIVE SULLA CASA CLICCA QUI

Articoli Correlati



(COSA NE PENSI DI QUEST'ARTICOLO? DAI IL TUO VOTO!!!)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
Condividere