Le cucine del catalogo IKEA

1967
catalogo cucine ikea 2018

Occuparsi dell’arredamento della cucina è un vero fastidio; tutta la fantasia, l’immaginazione e la gioia che si incanala verso quest’attività vengono, molto spesso, sfumate per via della debole – a volte debolissima – presenza di oggettistica adeguata per tutti i gusti e tutte le forme.

Che cosa significa? Ciò significa che il mercato pecca di mobilia adatta per l’enorme varietà di stili applicabile per la propria cucina. Ma nessuna paura: in questo clima industrialmente tormentato ed in difficoltà, la pluripremiata ed onnipresente azienda svedese IKEA giunge a nostro aiuto.

cucine ikea prezzi

Gli elementi chiave dell’azienda svedese

L’IKEA si è guadagnata un posto importante fra le aziende produttrici di arredamento per la casa; è, infatti, ormai un nome famoso e importante per via del suo inarrestabile compromesso che giace a metà fra il prezzo e la qualità.

Caratterizzando la propria strategia di marketing di offerte eccezionali e all’ultimo grido, la tattica principale della nota azienda svedese è proprio quella di creare prodotti artisticamente ed esteticamente piacevoli e garbati, in linea con i principi di design e della moda, con uno stile moderno e fresco, nonché dotati di un’altissima praticità – in tutto questo, il prezzo rimarrebbe invariato e pur sempre accessibile alla stragrande maggioranza di clienti in tutto il globo.

L’azienda, poi, produce e distribuisce solo modelli di arredo che siano un tutt’uno con le loro personali e spiccate idee di sensibilità ambientale, umanitaria ed ecologica, guadagnando, oltre ai numerosi clienti la cui fedeltà s’è già confermata negli anni, anche il rispetto delle aziende internazionale di salvaguardia dell’ambiente.

cucine ikea 2018
Immagine tratta dal sito ufficiale

La produzione dell’IKEA: dagli standard qualitativi al prezzo

I prodotti dell’IKEA, a differenza di buona parte delle voci che girano circa l’azienda, non sono affatto di scarsa qualità, ed anzi combinando l’esteticità ad un mix di qualità e funzionalità: un compresso che è alla base di una scelta gestionale intraprendente, in cui il prezzo accessibile la fa da protagonista.

Ogni modello è a norma di legge per poter garantire una determinata continuità che trascenda l’usura quotidiana. Per fare un esempio pratico della tipologia di arredo che è possibile acquistare da questo rivenditore svedese, abbiamo deciso di parlarvi delle cucine presenti nel nuovo catalogo del 2018, i cui standard qualitativi sono di tutt’altro livello rispetto ai competitor.

Con “standard qualitativi” intendiamo il cocktail di costi, materiali e quant’altro impiegati per la creazione dei prodotti dell’IKEA, ma facciamo subito qualche esempio: ogni ripiano delle cucine proposte dell’azienda viene sottoposto ad un stress test quotidiano di circa un chilo; i pensili, invece, vengono sottoposti a degli stress test settimanali di ben 43,6 chili. I piani in vetro sono di solito larghi 80 cm e vengono testati impiegando settimanalmente pesi da 13 chili.

I suddetti test vengono riproposti per virtualmente ogni elemento della cucina: dai cassetti, i castelli, i frontali, per finire con le ante e i sistemi di sicurezza. Una mini cucina della IKEA potrebbe aggirarsi sui 135€, mantenendo comunque molto alti gli standard di qualità; una cucina mediamente più grande, invece, costerà diverse centinaia d’euro.

Ti suggeriamo queste letture

La cucina, un moderno punto di ritrovo

Come ristrutturare la cucina

Cucine in muratura

Veneta Cucine: Arredare casa con qualità e tecnologia

Cucine Americane

Cucine Cover Aran

Cucine Vintage

Cucine di Design

Articoli Correlati



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere