Il bagno: idee per ottimizzare lo spazio

305
arredare il bagno

Soprattutto in questo periodo di crisi, ma anche per chi è alla prima casa da arredare e per chi ha risorse economiche limitate, lo spazio è sicuramente un lusso. Ci sono però accorgimenti perché anche una piccola metratura possa rendere al meglio; il bagno sicuramente è un ambiente indispensabile come e forse più della cucina e proprio questi ambienti di solito tendono ad essere molto ristretti.

Alcuni bagni, ad esempio, vengono ricavati da sgabuzzini, altri sono frutto della divisione in due del bagno originario, con il risultato di avere a malapena lo spazio per muoversi, in un posto dove spesso e volentieri non ci si lava soltanto, ma ci si fanno lavatrici, ci si appende il bucato, si tengono i detersivi e chissà cos’altro.

 

Una bella idea per risparmiare spazio è quello di installare un gruppo sospeso vaso-bidet; il gruppo comprende sedile, rubinetto, piletta push-pull, con tanto di portarotolo, in soli cm 68×39,5.

Soprattutto in quei bagni microscopici di certi locali se ne vedono sempre di più di questo genere, e anche se all’inizio è difficile farci l’occhio, perché rinunciare a dei doppi servizi, quando si ha la possibilità di averli?

Il bagno è anche il posto dove normalmente si stipano detersivi, bacinelle, stendini e pacchi di carta igienica e servirebbe quindi un’idea per un contenitore ad hoc, che non impegni troppo spazio e che sia anche gradevole da guardare; l’ideale sarebbe mettere un armadio a ponte sopra il lavandino, un po’ come si fa nelle camere da letto.

arredamento bagno

Si avrà così la possibilità di avere delle mensole e anche dei piccoli armadietti, che potranno contenere tutto quello che vogliamo. Se poi si scelgono anche degli  sportelli a vetro, il tutto apparirà sicuramente più elegante.

Se il bagno poi è troppo piccolo, spesso farci entrare la lavatrice diventa un problema, ma la soluzione l’ha trovata Smeg, tirando fuori una lavatrice con dimensioni ridottissime (cm 60×67x 90h).

La piccolissima lavatrice è realizzata in stile anni ‘50 e in un solo blocco si ha lavello, gocciolatoio, rubinetto monocomando, con una capacità di 5 kg, con centrifuga regolabile fino a 1600 giri. In un bagno piccolo i lavandini dovranno essere necessariamente di quelli stretti, ad incasso e la doccia sarà da preferire con box trasparente a scorrimento, per evitare di dover fare lo slalom ogni volta che si entra.

Le piastrelle poi, per dare un’idea ancor maggiore di grandezza, dovranno essere di colore chiaro e grandi, con posa in diagonale per un effetto ottico di dilatazione dello spazio e la porta, se possibile, dovrebbe essere scorrevole a scomparsa nel muro, poi naturalmente tanti specchi e punti luce. 

Ti suggeriamo queste letture

Le vasche idromassaggio Jacuzzi

Elmer La doccia smart

Arredare un bagno senza finestre

Come scegliere un box doccia

Come arredare il vostro bagno senza spendere molto

Articoli Correlati



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere