Soppalco in legno: tipologie, prezzi e permessi da chiedere

5004
soppalco in legno 2
foto tratta da mondodesign

Tutto ciò da sapere prima di costruire il proprio soppalco in legno

Il soppalco in legno è una struttura rialzata dal terreno che può essere sia ancorata alle pareti che sostenuta da apposite travi.

Queste strutture, costituite da una scala, una piattaforma e una balaustra, servono a creare un nuovo ambiente nella casa e sfruttare meglio gli spazi esistenti. Il soppalco oltre a essere funzionale deve anche integrarsi perfettamente con il resto della casa.

Esistono diverse tipologie di soppalco: in legno, in ferro, vetro e muratura.
Inoltre occorre distinguere il soppalco fisso da quello removibile, il primo costituisce una zona dell’unità immobiliare, mentre quello removibile non essendo un’area abitabile non necessita di autorizzazioni, ma va montato in base alle esigenze per creare un’area di studio o relax.

soppalco-in-legno

Cosa dice la normativa sui soppalchi

Scopri tutte le Promozioni per Arredare Casa su Amazon.it

Per quanto riguarda la normativa edilizia attuale sulla costruzione di un soppalco, va detto che le varie dimensioni sono fissate in modo diverso in base al Regolamento Edilizio e di Igiene dei singoli comuni.

Per prima cosa, occorre distinguere i soppalchi fissi abitabili e i soppalchi removibili, o soppalchi d’arredo.

Quanto deve essere alto un soppalco?

Per quanto riguarda i primi, l’altezza minima del soppalco dal pavimento e dal soffitto non può essere inferiore a 210-220 cm, quindi la zona da soppalcare deve essere di almeno 440-450 cm.

Se si costruiscono soppalchi ad altezze inferiori a quelle stabilite per legge, tali soppalchi non sono ritenuti abitabili e quindi vanno usati come cantine o ripostigli.

Qual’è la superfice minima di un soppalco in legno?

Secondo il Regolamento d’Igiene, la superficie soppalcata non può superare ⅓ della superficie intera del locale e deve avere almeno un lato completamente aperto. L’altezza minima della zona sottostante il soppalco deve essere di 240 cm se il soppalco deve essere attrezzato.

Inoltre, al fine di garantire la corretta circolazione di aria e di luce, la superficie finestrata del locale non può essere inferiore a ⅛ della superficie della stanza soppalcata.

Dove si presenta il progetto per costruire il soppalco?

Infine, il progetto va presentato all’Ufficio Tecnico del proprio Comune, tramite un professionista e dopo aver ultimato i lavori questi vanno documentati all’Ufficio del Catasto.

QuaIi sono i costi di un soppalco in legno?

Scopri tutte le Promozioni per Arredare Casa su Amazon.it

A questo punto, ti starai chiedendo “costo soppalco” o “quanto costa fare un soppalco”. Rispondiamo subito.

Il costo di un soppalco in legno è piuttosto variabile, e ciò dipende dai diversi modelli e dai materiali utilizzati. L’abete è sicuramente il materiale più economico, e se si sceglie il faggio o il rovere il prezzo sale.

La scala a chiocciola, rispetto a quella tradizionale, è più economica e meno ingombrante – potrebbe quindi risultare preferibile per motivi di costi e spazio, ma non è amata da molti.

In genere, per un soppalco di circa trenta metri quadri i costi complessivi si aggirano sugli 8.000 e i 10.000 euro. Nello specifico, servono circa 150 euro a metro quadro per creare la base, dai 1.500 ai 2.000 euro per la scala e circa 800 euro per la balaustra.

Ricordate di includere nel preventivo anche eventuali vernici e impregnanti per il legno.

Richiedi un Preventivo Gratuito e non Impegnativo

Resta informato su IDEE ARREDO CLICCA QUI

Ti suggeriamo queste letture

Camerette a soppalco: 5 caratteristiche importanti

Quanto costano le scale a chiocciola: Prezzi e materiali

Articoli Correlati



Vai su Amazon.it per scoprire tutti i prodotti sulla Casa. CLICCA QUI
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere