I costi per ristrutturare il bagno

354
ristrutturare il bagno

Il bagno è un ambiente della casa fondamentale per la sua funzionalità, ma di cui non bisogna sottovalutare l’aspetto estetico. Quando si decide di ristrutturare il bagno della propria abitazione, quindi, è bene scegliere consapevolmente a chi rivolgersi e per quali interventi, sia sulla base di ciò che più utile, sia per quanto riguarda le scelte in ambito di stile ed estetica.

Ristrutturare il bagno: gli interventi

Sono vari gli interventi di cui si può necessitare quando si decide di procedere alla ristrutturazione del bagno. Sicuramente il primo aspetto è la sostituzione dei sanitari e degli impianti, ma anche degli elementi che riguardano il design e il gusto estetico dell’ambiente.

Gli interventi principali da considerare sono la demolizione e lo smaltimento dei vecchi rivestimenti e sanitari, la posa delle tubature con i relativi nuovi attacchi, la realizzazione del massetto, la posa delle piastrelle nuove scelte per il rifacimento della stanza, l’installazione dei nuovi sanitari e degli arredi.

ristrutturazione del bagno

Ristrutturazione del bagno: quando richiedere permessi

Ci sono dei casi in cui è obbligatorio fare la richiesta del permesso per la ristrutturazione del bagno di casa, altri in cui questo non è necessario. Se gli interventi che si andranno a fare sono considerati di edilizia libera, allora non vi è la necessità di fare alcuna richiesta. È importante quindi prima informarsi da personale esperto e qualificato nel settore e chiedere quali sono le regole vigenti presso lo Sportello Edilizia del Comune di riferimento dove verranno effettuati i lavori, evitando di incorrere in spiacevoli sorprese.

Nella maggior parte dei casi comunque non è necessario richiedere autorizzazioni e presentare la SCIA, Segnalazione Certificata di Inizio Attività, che serve solo per interventi che modificano la struttura originaria dell’edificio. I lavori di edilizia ordinaria che non prevedono cambiamenti radicali, come la ristrutturazione del bagno appunto, non necessitano questa tipologia di documentazione scritta.

In particolare, ad esempio, se il lavoro riguarda essenzialmente il rifacimento delle piastrelle, la sostituzione degli impianti e dei sanitari, senza porre modifiche integrali della struttura, allora non serve alcun permesso. Se dovesse essere necessario abbattere dei muri o comunque modificare quella che era la costruzione dell’edificio originario per creare il nuovo bagno, allora è obbligatorio richiedere il permesso scritto presso il comune di riferimento.

Ristrutturare il bagno: quali i costi?

Quando si decide di procedere alla ristrutturazione di un bagno, bisogna chiaramente mettere in preventivo una spesa importante da affrontare. Non tutti gli interventi sono uguali e vi sono quindi delle differenze anche dal punto di vista economico. Edilnet.it, uno dei maggiori portali di richiesta di preventivi, grazie alle sue guide ai prezzi, può dare un’idea del costo medio per rifare un bagno di diverse dimensioni. Se si tratta di una stanza di circa 4 mq allora si parla di cifre che possono oscillare dai 1.000 ai 2.000 euro. Per bagni di circa 6 mq si può arrivare fino ai 2.600 euro circa e per bagni di dimensioni maggiori, allora l’intervento completo potrebbe richiedere un costo di circa 3.000 euro.

Ristrutturazione bagno: a chi rivolgersi

La cosa fondamentale da fare è ricercare le migliori realtà presenti nel panorama del settore di riferimento, affidandosi ad un vero professionista, che garantirà un ottimo risultato per soddisfare le aspettative del cliente, tenendo conto delle sue disponibilità economiche, dell’utilizzo dei giusti arnesi e della messa in opera del bagno secondo le normative di riferimento.

Articoli Correlati



(COSA NE PENSI DI QUEST'ARTICOLO? DAI IL TUO VOTO!!!)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
Condividere