Gite in Montagna per Bambini: tutte le idee a contatto con la Natura

90
Gite in Montagna per Bambini

Arrivano le vacanze e la sfida di tutti i genitori amanti della montagna diventa riuscire a far innamorare di questi magnifici luoghi anche i propri figli.

Come si può fare in modo che non storcano il naso ogni volta che gli si propone di esplorare un bosco al posto di andare al mare?

Semplicissimo! Basta scegliere il luogo ed il parco avventura adatto, come quello proposto da Selvino Sport che trovate a questo link: https://www.selvinosport.it/percorsi-sugli-alberi/.

Magari, l’ideale potrebbe essere un percorso fra gli alberi creato ad hoc per i bambini, oppure un itinerario strutturato in un parco avventura ricco di giochi sugli alberi.

Quello che conta è che non sia un sentiero complesso, che vi permetta un facile rientro anche improvviso e che siano presenti diverse aree in cui fermarsi lungo il percorso, i bambini si stancano facilmente!

Cosa tenere presente?

Affinché la vostra avventura non diventi un disastro, è bene tenere a mente alcune regole di base.

Di seguito tutti i consigli per rendere piacevole la giornata in un percorso parco avventura.

Non forzate i bambini

Sembra scontato, ma se non volete che la prossima volta che parlerete di vacanze i vostri figli decidano di infilare in una sacca pinne e boccaglio correndo verso la spiaggia più vicina, è necessario che rendiate l’idea della montagna interessante, giocate sull’itinerario, sui panorami, mostrate delle belle foto, scegliete luoghi in cui sono presenti particolari unici, giochi strutturati come parchi avventura tra gli alberi o parchi giochi, insomma fate in modo che scelgano di venire con voi a divertirsi!

Scegliete solo itinerari turistici secondo la classificazione CAI

Vorreste fare quella bellissima ferrata in quota che avete sempre sognato di fare, ok, ma non questa volta! Scegliete sentieri facili, attenzione perché molti degli itinerari proposti dal CAI come semplici possono presentare piccole difficoltà che, per un adulto, sembreranno ridicole, ma per un bambino potrebbero avere come risultato un rifiuto per ogni ulteriore escursione.

Trovate un percorso con punti di ristoro e aree relax facilmente raggiungibili, magari scegliete località servite anche da una seggiovia, può essere che i vostri figli ad un certo punto non se la sentano di rifare tutta la strada a piedi.

Non programmate dislivelli eccessivi, massimo 200 metri e privilegiate varietà di passaggio, località ricche di fauna e percorsi specifici, interessanti anche dal punto di vista educativo.

Preparatevi ad un piano B

Potrebbe piovere, oppure potrebbe essere semplicemente una giornata no e i bambini potrebbero non avere voglia di seguire il programma che avevate in mente, quindi abbiate dei piani di riserva!

Se avete seguito il consiglio dato in precedenza, avrete scelto un luogo che offre moltissime possibilità, come nel caso dei parco avventura nei boschi: la pluralità di proposte disponibili è sicuramente la miglior arma del vostro arsenale, siate furbi! Fate scegliere i bambini! Vedrete che sarà un successo!

Soprattutto nel caso dei percorsi tra gli alberi, tra arrampicate, percorsi su funi ed altalene alternate, la sicurezza che il bambino non si possa annoiare è assicurata.

Pensate bene a cosa mettere nello zaino

Lo zaino è fondamentale per ogni escursionista, se l’escursionista in questione è un bambino la sua importanza diventa anche maggiore!

Potrebbe essere un buon compromesso, se il bambino non è troppo piccolo, quello di preparare in piccolo zainetto con tutto il necessario, acqua, snack, mantellina e giubbottino da affidare al vostro bambino, lo farete sentire protagonista e si sentirà orgoglioso di avere questa responsabilità.

Nello zaino grande, il vostro, sarà utile preparare dei cambi per i bambini sia leggeri che pesanti, nel caso in cui si sporcassero troppo o qualora dovesse cambiare il meteo, infilate in una tasca kit pronto soccorso, magari coi cerotti colorati, è facile sbucciarsi un ginocchio!

Nel caso, comunque, in cui si scelga di trascorrere la giornata esclusivamente in un parco avventura, il necessario a cui pensare sarà anche minore, poiché spesso tali strutture sono forniti anche di centri ristoro. L’importante, in ogni caso, è quello di munirsi del giusto abbigliamento.

Siate precisi e quasi ossessivi, coi bambini non si scherza

Ora che sapete cosa tenere a mente per una vacanza serena, divertente ed in sicurezza, cerchiamo di capire meglio ed in modo più approfondito cosa propone la montagna per divertire i più piccoli.

Partiamo dalla più semplice delle idee: seguire un sentiero. Per un adulto la pace che la montagna regala può essere un motivo sufficiente per scegliere di faticare scarpinando lungo un sentiero sterrato, per un bambino sicuramente non lo è. Per questo è ormai comune trovare, lungo i sentieri più facili, dei percorsi tematici in grado di guidare grandi e piccini alla scoperta della montagna attraverso la storia narrata da vivaci pannelli e totem interattivi capaci di incuriosire stimolare la fantasia dei bimbi.

A volte, proprio alla fine o all’inizio di questi sentieri si trovano veri e propri musei: il museo del bosco, il museo del legno.

La maggior parte di questi musei è immersivo ed interattivo, spesso sono a cielo aperto e permettono ai bambini di imparare divertendosi e restando a contatto con la natura.

Per i bambini a cui piace imparare dalle magie del mondo animale, gli alpeggi e le malghe spesso offrono delle vere e proprie fattorie didattiche in cui imparare come nasce il formaggio o come le api si ingegnano per produrre il miele. Inoltre, lungo tutto l’arco alpino esistono ampie zone protette adibite a parco naturale in cui è possibile conoscere le abitudini della fauna che popola le nostre montagne ed avere anche qualche incontro ravvicinato sempre emozionante per i più piccini.

Per sportivi, infine, la montagna è la regina delle mete, offre molte opportunità, dal percorso ciclabile in Mountain bike agli impianti sciistici, ma regalerete loro un’esperienza indimenticabile se deciderete di portarli in uno dei numerosi percorsi parco avventura. Stiamo parlando di veri e propri parchi divertimento che utilizzano gli alberi ed i massi che la natura mette a disposizione per creare delle magnifiche attrazioni, più o meno impegnative, ma ugualmente coinvolgenti, sfruttando appieno quanto offrono il bosco e la montagna in genere.

Come abbiamo già accennato, il divertimento è assicurato, tra funi con le quali lanciarsi di albero in albero come se si entrasse nel Libro della Giungla e percorsi ad ostacoli che utilizzano pietre e tronchi per costruire sentieri degni di Indiana Jones, con tanto di ponti di legno sospesi a diversi metri di altezza.

Questi sfidanti giochi sugli alberi ed i percorsi del parco avventura potrebbero davvero essere la carta vincente per avvicinare i vostri figli alla montagna, considerando che ne esistono per tutte le età!

Resta informato sugli stili di vita LIFESTYLE CLICCA QUI

Articoli Correlati



Vai su Amazon.it per scoprire tutti i prodotti sulla Casa. CLICCA QUI
(COSA NE PENSI DI QUEST'ARTICOLO? DAI IL TUO VOTO!!!)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
Condividere