Profumi per bucato: come avere vestiti e biancheria sempre profumati

676
profumi per bucato

Sicuramente ti è capitato almeno una volta nella vita di fare una lavatrice con i capi scuri o chiari e notare che dopo l’asciugatura naturale o in asciugatrice perdessero il loro buon odore.

Nonostante il consumo spropositato di ammorbidente non sempre l’odore persiste sui capi per un lungo periodo e spesso svanisce poco dopo averli asciugati.

Oggi esistono però delle soluzioni innovative che permettono di rendere biancheria e vestiti sempre profumati. Stiamo parlando dei profumi per bucato!

I profumi per bucato sono pensati appositamente per rendere gli abiti e la biancheria profumata per un lungo periodo neutralizzando al meglio ogni cattivo odore durante il lavaggio. Scopriamo di più sulle caratteristiche, i vantaggi e sull’impiego corretto dei profumi per il bucato!

Perché utilizzare i profumi per bucato?

I profumi per il bucato si presentano molto semplici da utilizzare e perfetti per lasciare a lungo un buon odore su capi e vestiario. Utilizzare i profumi per bucato vuol dire avere la possibilità di appendere nel tuo armadio e piegare nei cassetti vestiti sempre puliti che sanno di fresco e che ti fanno sentire bene proprio grazie al loro aroma delizioso.

I profumi pensati per la lavatrice sono sostanzialmente degli oli essenziali. Ma hanno una caratteristica in più: sono dotati di aggrappanti per i tessuti che permettono di combinare al meglio l’olio essenziale e l’uso durante il lavaggio. Inoltre, l’odore che rimane sui capi non è insistente ma è un profumo gradevole che si avverte provenire dal capo d’abbigliamento.

In genere, queste fragranze non sono eccessivamente forti, ma vanno dal semplice odore di fresco e pulito ad aromi peculiari ma comunque non troppo persistenti, come ad esempio quello alla vaniglia. Il profumo, dunque, diventa in poco tempo qualcosa di familiare e di cui non si può fare a meno.

Il consiglio è di utilizzare sempre fragranze per lavatrici che siano realizzati in Italia, in modo d’avere la certezza della qualità degli oli essenziali e della loro delicatezza sui capi durante il lavaggio.

Come si usa un profumatore per il bucato?

Fragranze e profumi per il bucato in lavatrice, in realtà, sono molto semplici da utilizzare. In genere, sono venduti in pratiche bottigliette che ti permettono di dosare facilmente il quantitativo di cui hai bisogno per un carico di vestiti o biancheria.

L’uso è simile a quello dell’ammorbidente, e se scegli un prodotto neutro, puoi anche miscelarlo con questo. Dunque, il profumatore per bucato dev’essere inserito all’interno della vaschetta dell’ammorbidente. In questo modo, la lavatrice userà gli oli essenziali sempre alla fine in questo modo l’odore rimarrà sul capo e non andrà via poco dopo.

A differenza di un ammorbidente tradizionale che in genere presenta sì degli agenti aggrappanti che essendo inseriti però in una formula diluita spesso possono andare o a non lasciare l’odore gradevole che si desidera per un lungo periodo, oppure possono anche modificare la struttura di alcuni capi.

Il profumatore per lavatrice, invece, si presenta in formato concentrato. Questo vuol dire che al suo interno sussiste una percentuale molto alta di essenze che permettono di lasciare sul bucato una profumazione intensa per un lungo periodo, ma senza in alcun modo andare a intaccare la struttura del tessuto.

Non solo, inserendo il prodotto concentrato, e non in misura eccessiva, gli oli essenziali sono rispettosi anche dell’uomo in quanto non contengono alcuna sostanza che possa causare problematiche alla pelle.

Le accortezze per usare al meglio i profumatori per lavatrice

Le fragranze per i vestiti da inserire in lavatrice devono essere studiate in modo tale da non essere in alcun modo aggressive e al contempo nel rispetto dei capi e della biancheria che si va a lavare.

Questo è molto importante al fine di essere certi di acquistare un prodotto che sì lasci un buon odore sui vestiti ma non causi altre problematiche, ad esempio, rovinare la lana oppure il cotone o altri tessuti degli abiti.

Ci sono però alcune accortezze da adottare anche nell’uso dei migliori profumi per bucato. Ecco alcuni consigli.

Attenzione ai detersivi che utilizzi e ai profumi scelti

Se vuoi avere un bucato profumato a lungo devi fare molta attenzione ai detersivi che utilizzi. Infatti, se stai usando un profumatore in olii essenziali non puoi usare detersivi dall’odore eccessivamente persistente altrimenti rischi di non ottenere il risultato desiderato.

Quindi è meglio prendere un detersivo e un ammorbidente dall’odore neutro. In commercio, esistono diversi prodotti senza odori invasivi, questi sono perfetti per permettere al profumatore di fare il suo lavoro al meglio.

Oltre ai detersivi, il consiglio, è di andare anche a scegliere fragranze che siano differenti tra loro per i vari capi d’abbigliamento. Ad esempio, puoi scegliere di utilizzare la vaniglia per i capi scuri e il profumo allo zenzero e lime per i capi chiari. In questo modo, ogni capo avrà un suo odore ben preciso e riuscirai a distinguere al meglio la fragranza in modo molto più distintivo.

Attenzione ad asciugare i vestiti attentamente

Una caratteristica degli oli essenziali è quella di aggrapparsi ai tessuti. Questo vuol dire che permangono all’interno della fibra fino a quando non saranno completamente asciutti. Ti consiglio di asciugarli per bene sullo stendino o all’interno dell’asciugatrice prima di procedere allo stiraggio.

Forse lo hai già notato anche con l’ammorbidente normale. Se il capo non è ben asciutto quando lo stiri si creano o delle macchie oppure degli aloni sul vestito. Questo è perché non sono evaporati correttamente gli aggrappanti utilizzati. Quindi come per l’ammorbidente, anche con gli olii essenziali per lavatrice devi attendere che i capi siano ben asciutti prima di stirarli.

I vantaggi dei profumi per vestiti e bucato

Come abbiamo visto, a parte qualche accorgimento, i profumi per il bucato da inserire in lavatrice sono perfetti per avere capi che davvero sembrino appena usciti dalla lavanderia professionali. Quindi tra i principali vantaggi che possiamo trovare ci sono:

  1. Minor consumo di ammorbidente, preservando così più a lungo i capi d’abbigliamento e la biancheria
  2. Un profumo molto più persistente sul lungo periodo che permetterà di rendere profumato anche armadio e cassetti
  3. Una profumazione così piacevole che ti permetterà di indossare vestiti che sanno sempre di fresco e pulito
  4. La possibilità di utilizzare gli olii essenziali non solo per la lavatrice
  5. Semplicità di utilizzo ad ogni lavaggio senza particolari problematiche o fastidi

Adesso che sai i vantaggi, voglio rivelarti quali sono gli usi alternativi al profumatore per lavatrici!

Come usare gli olii essenziali per il bucato in modo alternativo

Gli olii essenziali delle fragranze per il bucato hanno il vantaggio di poter essere utilizzati anche in modo alternativo. Questo vuol dire che non avrai un prodotto che deve per forza essere utilizzato solo nella lavatrice, come l’ammorbidente, ma potrai variare il suo impiego e profumare tutta la casa.

Il consiglio è di provare a utilizzare il profumatore ad esempio, all’interno dell’acqua che usi per lavare a terra. L’odore che si sprigiona, senza condizionare in alcun modo la pulizia del pavimento, ti farà amare davvero questo profumatore.

Puoi usare gli oli essenziali anche all’interno dell’asciugatrice. Attenzione se usi gli olii essenziali nell’asciugatrice, inseriscili direttamente sulle apposite palline di lana per l’asciugatrice. Oppure imbevi un piccolo panno bagnato di qualche goccia di olio essenziale.

Per altre idee sul FAI DA TE CLICCA QUI

Articoli Correlati



Vai su Amazon.it per scoprire tutti i prodotti sulla Casa. CLICCA QUI
(COSA NE PENSI DI QUEST'ARTICOLO? DAI IL TUO VOTO!!!)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
Condividere