Piante Repellenti, come allontanare i gatti dalle piante

287
piante repellenti

Se si desidera allontanare i gatti dalle proprie piante è possibile farlo evitando metodi violenti, grazie all’utilizzo di piante repellenti per essi. Infatti si sa che i gatti sono degli animali totalmente territoriali, lasciano i propri feromoni per marcare il territorio e continueranno a restare fino a quando il loro odore rimarrà. Quindi se già un gatto ha marcato il territorio in giardino, prima di tutto si devono rimuovere le feci insieme alla terra contaminata e si può anche spruzzare un repellente per gatti nell’area e sperare che funzioni.

Esistono anche piante che emettono odori che i gatti trovano offensivi, in questa maniera troviamo il giardino libero da questi animali e sarà possibile piantare tutto ciò che si vuole senza nessun rischio (a tal proposito consigliamo la lettura di articoli in ambito giardinaggio nel seguente sito https://www.casalive.it/giardinaggio/).

Vediamo nel dettaglio quali piante possono allontanare i gatti.

piante repellenti coleus canina

Piante Repellenti

Prima di tutto troviamo la Coleus canina, che sembrerebbe ottima come repellente in quanto odora di urina di cane. Non cresce sopra i 60 centimetri, produce foglie verde scuro e piccoli fiori blu o viola, rendendo il giardino più attraente e colorato. Dato che i gatti potrebbero camminarci intorno ed evitarle, la parte migliore del giardino in cui piantare queste piante ed utilizzarle come repellente, consiste nel metterle intorno al giardino come confine per tener lontano i gatti.

La Ruta Graveolens o Ruta comune la si trova in Italia spontanea, al di sotto dei 1000 metri. Pur essendo usata per aromatizzare la grappa, dato l’aroma piacevole, essa viene usata anche come repellente per gatti. Non supera gli 80 centimetri di altezza, presenta dei fiori gialli e l’odore che produce è offensivo per i nasi sensibili della maggior parte dei gatti, quindi piantarla dentro o intorno al giardino può aiutare a tenere lontani questi animali. Per respingerli da certe aree interne, si può provare cospargendo le foglie fresche di in mezzo al giardino o a tenerne un piccolo vaso in casa. Inoltre è opportuno indossare dei guanti da giardinaggio quando si utilizza la Ruta, in quanto il contatto con la pelle può causare vesciche.

Un’ottima pianta è la Nepeta cataria, conosciuta comunemente con il nome di erba gatta. Non stiamo parlando in un repellente, ma di una pianta che viene usata dai gatti quasi come fosse una droga, essi annusano le foglie, le mastica e ci si struscia contro ed inoltre risulta essere atossica. Il modo migliore di utilizzare questa pianta per tenere lontani i gatti consiste nel cospargere alcune foglie fresche in una zona lontana del giardino e adoperarle come se fossero una distrazione.

Gli oli essenziali come la lavanda, l’eucalipto e la citronella sono usati nei repellenti naturali per gatti. Coltivare alcune di queste erbe in giardino o in piccoli vasi può aiutare a scoraggiare i gatti, in quanto essi tendono a detestare le fragranze forti che queste piante producono. Si può prova a piantare la citronella o come confine intorno al proprio giardino o la si distribuisce in piccoli vasi di lavanda. Anche i gerani sono noti per produrre un odore acuto che i gatti trovano offensivo, quindi si può aggiungere questa pianta in giardino che, oltre ad aggiungere colore al tuo giardino, può anche tenere lontani i gatti.

In alternativa all’aggiunta di piante in casa o in giardino, ci sono diversi prodotti correlati alle piante che sono similmente efficaci nel tenere lontano i gatti. I profumi di agrumi, anche se freschi e gradevoli al naso umano, sono insopportabili per i gatti e per allontanarli dal giardino o da alcune zone della tua casa si può cospargere con bucce di agrumi fresche o spruzzando un po’ di succo di limone.

Articoli Correlati



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere