Le novità della fiera Cevisama di Valencia

1806

Quali sono le tendenze in atto per quanto riguarda i pavimenti? Per chi vuole capire cosa stia succedendo anche in altre parti del mondo e non solo in Italia, l’occasione giusta per capire qualcosa in più è la fiera Cevisama, tradizionale appuntamento di settore che si tiene a Valencia ogni anno. Anche quest’anno la kermesse ha fornito diversi spunti, dai quali si può capire cosa stia accadendo nella penisola iberica a livello di tendenze arredative. Andiamo dunque a vedere alcune delle proposte emerse in questa occasione.

pavimenti-in-ceramica-gres-porcellanato

Le tendenze emerse a Valencia

Per chi ama i pavimenti in ceramica chiari, che richiamino la classicità a livello di colore ma anche capaci di far emergere dettagli in grado di renderli diversi e farne emergere la specificità, l’azienda Azteca ha proposto la collezione Texstyle, in gres porcellanato, riscuotendo più di un consenso. Le piastrelle, di misure diverse, sono lavorate a mano con il punto iniziale rappresentato da una pasta di cemento in cui è stata impressa l’immagine di un’antica tela che è stata a sua volta oggetto di riciclo al fine di essere integrata nel legante. Il risultato che ne deriva è un disegno in grado di declinare la tradizione in maniera assolutamente originale, in particolare giocando sui nuovi dettagli.
Per chi invece non può fare a meno di un pavimento vecchi in cui siano evidenti i segni lasciati dal trascorrere del tempo, Ibero Porcelanico ha dato vita a BricLane, una linea in cui le imperfezioni riescono ad aggiungere ulteriore fascino e impatto alla proposta. Ideata in gres porcellanato rettificato, la linea va a riproporre la tradizione in tutta la sua forza, grazie a finte macchie e toni variegati che ne esaltano l’impatto visivo, creando grande suggestione.

Cas Ceramica si è affidata a sua volta a David Carson, noto designer che ha disegnato e decorato quattro nuove collezioni di piastrelle le quali possono essere utilizzate sia in qualità di rivestimento che per il pavimento. Lo straordinario mix tra effetti tridimensionali, impressioni tipografiche e colori estremamente intensi, ha permesso alla linea di raggiungere livelli di impatto molto forti, in grado di creare una vera e propria fascinazione nel folto pubblico presente.
Naturalmente non potevano mancare le piastrelle effetto legno, che vantano sempre nuovi affezionati proprio per la sensazione di calore che possono regalare a chi decida di impiantarle. In questo caso è il gruppo Peronda a proporle all’interno della linea Foresta Sawncut, ove assumono la forma di grandi listoni, venendo trattate in modo da assumere un aspetto rustico in grado di catturare gli occhi e il cuore dell’osservatore, declinato nelle molteplici sfumature del legno.
Infine l’outdoor, in cui si fa notare Aparici, che ha reinterpretato secondo il suo gusto il classico motivo a esagono e a mosaico da interni. La linea proposta dall’azienda si chiama Carpet e si compone di piastrelle per esterno in gres porcellanato dallo spessore di 20 millimetri, dotate di superficie antiscivolo e risultato di una lavorazione grazie alla quale assumono l’aspetto vissuto, per effetto del quale si trasformano in un nuovo motivo di decoro per gli open space.

Condividere