Energia solare in 3D: La stampa 3D a supporto dei pannelli solari

473
energia solare

L’energia solare va sfruttata al massimo e per questo bisogna munirsi di impianti idonei in grado di convertire l’energia naturale in artificiale, in modo da utilizzarla per le attività quotidiane domestiche e non solo.

La stampa 3D, grazie alla capacità di creare oggetti tridimensionali a partire da un modello digitale, si è diffusa in ogni campo della tecnologia con grande entusiasmo, e sta per diventare una risorsa centrale per l’industria energetica con risvolti interessanti, soprattutto per lo sviluppo di pannelli solari dai costi ridotti e dalla migliore efficienza energetica.

energia solare in 3D

Energia Solare: La rivoluzione del settore energetico

Le ricerche sull’energia solare in 3D marcano la necessità di cambiare il sistema attuale sulle energie rinnovabili. La maggior parte di esse si sono concentrate sul solare, una fonte di energia continua e inesauribile che potrebbe trasformare il panorama energetico del futuro, rappresentando un’alternativa valida a tutte le persone che non ha accesso all’elettricità.

Le sfide climatiche e la carenza di risorse energetiche hanno inoltre accelerato il bisogno di una soluzione su larga scala di cui possano beneficiare tutti.

Nel 2015 una ricerca pubblicata dall’Air Force Research Laboratory, guidata dal Dr. Bag, ha reso noto un nuovo metodo per realizzare film sottili di alta qualità con una stampante 3D senza comprometterne l’efficienza energetica e contenendo i costi.

Qualche anno più tardi, un team di ricercatori dell’Università di Newcastle in Australia ha testato dei pannelli solari flessibili, sottili e di facile applicazione, stampati con la tecnologia 3D, con un costo di circa 10 euro per metro quadro.

Rivoluzionario è stato l’inchiostro solare usato come conduttore per l’energia e applicato direttamente durante la fase di stampa 3D.

La riduzione dei costi non riguarda solo le celle fotovoltaiche, ma anche le strutture di supporto dei pannelli solari.

Una ricerca del Michigan Technological University ha stampato in 3D delle staffe di sostegno in plastica per supportare una batteria di pannelli fotovoltaici da 1kW. Secondo lo studio, questa tecnica permetterebbe di risparmiare tra circa il 90% dei costi solitamente allocati per le strutture di supporto metalliche, incentivando anche l’utilizzo di plastica riciclata.

L’alternativa accessibile

Gli studi confermano che i pannelli solari costruiti con la stampa 3D sono più economici dei pannelli tradizionali grazie alla scelta dei materiali utilizzabili sia per le celle che per i supporti.

In aggiunta ai vantaggi già elencati, la versatilità della stampa 3D permette di rielaborare i progetti infinite volte prima di produrre il risultato finale. Una tecnologia accessibile con il potenziale di rivoluzionare il concetto energetico, anche in vista dei traguardi fissati dall’Agenda 2030 della Nazioni Unite.

Il settimo obiettivo dell’Agenda 2030 si propone di “assicurare a chiunque l’accesso a sistemi di energia alla portata di tutti, affidabili, sostenibili e moderni”.

E’ chiaro quindi che stampare pannelli solari in 3D lavorando sulle innovazioni ad essi correlati per creare soluzioni flessibili, leggere e trasportabili può rappresentare una delle sfide più avvincenti della tecnologia moderna.

Le stampanti 3D e l’energia solare rappresentano un punto di svolta nell’era tecnologica delle energie rinnovabili, e la loro continua evoluzione assicurerà un mondo migliore.

  • Resta informato con le Notizie sull’Ambiente CLICCA QUI

Articoli Correlati



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere