Consumi e programmi, come risparmiare con la lavatrice

116
risparmiare con la lavatrice

Gli elettrodomestici sono indispensabili nelle case per svolgere determinate attività in modo rapido, e utilizzandoli spesso è inevitabile che pesino sui consumi. E’ quanto accade ad esempio con la lavatrice, apparecchio fondamentale per velocizzare le operazioni di lavaggio degli indumenti.

Ecco alcuni consigli per risparmiare con la lavatrice.

Scegliere una lavatrice in Classe A o superiore

La prima cosa da fare per economizzare sui consumi in bolletta è quella di avere a disposizione un elettrodomestico in Classe A o superiore. Proprio così, le lavatrici obsolete devono essere sostituite con i nuovi modelli a basso consumo, progettati appositamente per ridurre gli sprechi.

Sul mercato esistono lavatrici di classe A o superiore, quindi A+, A++, A+++, e assicurano una diminuzione della spesa energetica.

Scegliere gli orari e quindi anche il contratto

Per poter risparmiare con la lavatrice è necessario usare l’elettrodomestico in determinate fasce orarie in cui l’energia elettrica costa meno. La classificazione varia a seconda del gestore, ma in linea di massima sono tre le macro-categorie che si distinguono, e sono le seguenti:

  • Fascia F1 – va dalle 8 alle 19 dal lunedì al venerdì e prevede costi più alti dell’energia
  • Fascia F2 – va dalle 19 alle 8 dei giorni feriali e costa meno della precedente
  • Fascia F3 – è la più economica e comprende weekend e festivi

Oltre che tenere conto della fascia oraria per ottenere minori consumi energetici con l’uso della lavatrice, bisogna considerare anche il tipo di contratto stipulato. I contratti possono essere infatti di tre tipologie:

  • Contratto monorario – l’energia elettrica ha un costo sempre uguale per tutta la giornata. Questo tipo di contratto è ideale per chi usa durante tutta la giornata e fino a sera gli elettrodomestici.
  • Contratto biorario – prevede la fascia F1 durante la settimana, e poi F2 e F3 la sera e nel weekend. Questo tipo di contratto è indicato per chi lavora fuori e solo la sera torna a casa.
  • Contratto multi orario – ha costi variabili in base alle fasce prima descritte. L’energia ha un costo più elevato dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19, poi vi sono le fasce intermedie e la fascia più economica.

Consigli e trucchi per risparmiare con la lavatrice

Per ridurre i consumi e usare al meglio la lavatrice è quindi fondamentale usarla quando i costi dell’energia sono minori. Ecco però anche altri consigli per risparmiare con la lavatrice:

  • Non fare il prelavaggio

Non è indispensabile e può essere utile solo se si tratta di bucato molto sporco. Un consiglio è quello di avviare per qualche minuto la lavatrice, poi spegnerla e lasciare in ammollo per almeno un’ora i panni prima di procedere al lavaggio.

  • Usare la lavatrice a pieno carico

Non usare la lavatrice a metà ma a pieno carico consente di ridurre i costi in bolletta. Evitare però di sovraccaricarla per non danneggiare la macchina.

  • Scegliere programmi e temperature eco

Una soluzione per risparmiare in bolletta è quella di lavare il bucato a 30 gradi e sfruttare i programmi “eco” che consentono di risparmiare energia fino al 40%.

Segui la Nostra sezione su COME RISPARMIARE CLICCA QUI

Articoli Correlati



Vai su Amazon.it per scoprire tutti i prodotti sulla Casa. CLICCA QUI
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere