Come si applica correttamente la pittura a calce

564
pittura a calce

Solitamente quando si decide di pitturare una stanza o una parete in particolare è perchè o ci sono dei piccoli ma non trascurabili danni, oppure perchè si desidera creare un qualcosa di diverso, di unico al tempo stesso, motivo per cui non sarà mai una scelta banale!

Tra i problemi più frequenti troviamo ad esempio l’umidità, così come anche la presenza di muffa dovuta a sbalzi di temperatura, ma scegliendo i materiali giusti, tutto questo potrà essere facilmente evitato, basti pensare ad esempio alla cosiddetta pittura a calce!

In commercio troviamo tante alternative, ma la pittura a calce è a nostro avviso una delle migliori, perchè non solo viene classificata come materiale antico, ma risulta essere anche del tutto naturale, infatti è formato da calce, borace, caseina ed alcune terre naturali, il tutto senza alcuna traccia di agenti chimici.

Si tratta di una vernice traspirante e viene indicata soprattutto per l’isolamento delle pareti, quindi tenetene ben conto, mi raccomando!

 

perchè la pittura a calce

La pittura a calce si utilizza per lo più agli esterni, così come anche agli interni, ma ci sono alcuni casi in cui la parete andrebbe prima ‘Lavorata’ altrimenti applicare tale pittura sarebbe un grande errore; ci riferiamo alle pareti trattate con olio o silicato di potassio, in tali frangenti dovrà essere prima rimosso lo strato precedente e solo in un secondo momento potrà essere effettuata la cosiddetta tinteggiatura con pittura a calce.

Il suo utilizzo è semplice, perchè tale pittura vanta ottime proprietà, motivo per cui vi basterà diluire il tutto solo ed esclusivamente con acqua, tenendo pur sempre conto del prodotto ottenuto, fino ad arrivare ad una consistenza giusta per l’utilizzo.

Articoli Correlati



(COSA NE PENSI DI QUEST'ARTICOLO? DAI IL TUO VOTO!!!)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
Condividere