Come decorare i propri vasi con il lapillo vulcanico

749
lapillo

Il lapillo vulcanico è una roccia molto apprezzata che si trova spesso nei grandi giardini o nei magazzini di materiale da costruzione.

Il lapillo ha molti vantaggi: infatti rispetto ad altri tipi di rocce o di ciottoli, è molto resistente, ha un aspetto gradevole ed è relativamente leggero.

In Italia si trovano molti giacimenti di lapilli proprio perché la conformazione del nostro territorio accoglie anche molti vulcani, regione in cui si genera questo prodotto: i lapilli sono infatti delle pietre che vengono espulse dal cratere in eruzione, durante la fase esplosiva.

La loro specifica composizione comunque, per quanto riguarda dimensione e colore, dipende anche da quali minerali sono contenuti nella lava.

Lapilli differenti sono infatti prodotti nel territorio della toscana, in quello campano o nelle diverse regioni siciliane.

Anche la composizione dei granuli è diversa e può variare a seconda dell’uso.

Le composizioni più piccole vengono impastate al substrato del sottofondo per migliorare il drenaggio dell’acqua, mentre quelle più grosse sono molto utili per la pacciamatura. Con elementi più grandi ancora invece, si realizzano solitamente vari manufatti.

La pacciamatura con il lapillo

Scopri tutti i Prodotti per Giardino e Giardinaggio su Amazon.it

L’uso più comune di questa roccia è appunto la pacciamatura dei vasi: il materiale viene utilizzato spesso come alternativa ad altri elementi lignei come la corteggia di conifere o altre rocce ciottolose.

Il lapillo ha, come già detto, il vantaggio di essere meno pesante, inoltre il tempo di degradazione è minore degli altri materiali anche in condizioni atmosferiche non favorevoli.

Il colore tipico di questa roccia, per i materiali in commercio, è il rosso. Questo colore si abbina molto bene sia ai vasi di legno che ai vasi moderni.

Il risultato comunque può essere diverso per altre soluzioni dove lo stacco cromatico è netto: esistono per queste soluzioni anche varianti in nero e in grigio.

Queste ultime sono molto comuni nei territori siciliani, ma spesso non sono facilmente reperibili nel nord Italia.

I lapilli grigi e neri possono essere abbinati a contenitori metallici, in plastica o cemento, o altri vasi dai colori neutri, ma è consigliabile evitare le sfumature più nere in balconi troppo assolati, perché la pietra potrebbe riscaldarsi troppo attirando alcuni parassiti come il ragnetto rosso.

Costruire un vaso con il lapillo

Scopri tutti i Prodotti per Giardino e Giardinaggio su Amazon.it

Il lapillo può essere utilizzato anche come materiale di costruzione, quando trattato in varie maniere.

Per la costruzione di un vaso in lapillo, possiamo partire da una struttura in reti più o meno fini, che possono essere disposte in forme quadrate o rotonde: una volta realizzato lo scheletro si andrà a riempire con la roccia.

A noi la scelta riguardo il colore e le sfumature da utilizzare.

Una volta realizzata la struttura cava, si potrà riempire la parte interna con il terriccio e le piante scelte.

Questo tipo di strutture sono molto apprezzate nelle ambientazioni contemporanee e in quelle mediterranee.

Risultati diversi possono essere ottenuti con l’utilizzo del legno o versando del cemento liquido per mantenere salde le rocce attraverso la tenuta degli interstizi che dovranno asciugare.

Resta informato sul mondo del GIARDINAGGIO CLICCA QUI

Articoli Correlati



Vai su Amazon.it per scoprire tutti i prodotti sulla Casa. CLICCA QUI
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere