Bonus assunzioni 2019: Le agevolazioni e chi può accedervi

251
bonus assunzione 2019

Con l’approvazione del Decreto Dignità, a firma del nuovo Governo Conte, e del Ministro del Lavoro e del Mise, Luigi Di Maio, si da il via ad una nuova ondata di incentivi di occupazione per gli under 35.

Le imprese che effettueranno nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, potranno beneficiare per altri due anni del precedente gravio contributivo del 50%.

bonus assunzione 2019

Novità del bonus 2019

La nuova legge di bilancio 2019 prevede, tra le varie cose, un bonus assunzioni per le eccellenze universitarie. Un bonus dedicato ai giovani le quali carriere universitarie, appunto, si possono ritenere degne di nota. Laureati con 110 e lode, under 30 e tutti i giovani ricercatori under 30.

Ai datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato dal 1 gennaio 2019 viene concesso un bonus assunzioni 2019, ovvero uno sgravio contributivo pari a 8000 euro l’anno.

Uno degli emendamenti del testo Decreto Dignità, già entrato in vigore, prevede che il bonus assunzione introdotto lo scorso anno si estenda fino al 2020.

La novità non si esprime solo in merito all’estensione del bonus, ma vi è anche una estensione per l’età di chi può fruire del bonus. Precedentemente per il 2018 era previsto che il bonus andasse ai neo dipendenti under 35, dal 2019 in poi il limite si abbassava ai soli under 29.

Il nuovo decreto prevede che anche nel 2019 e nel 2020 lo sgravio venga esteso agli under 35.

Il bonus è stato finanziato grazie ad una tassazione maggiore sul gioco d’azzardo, ed ha permesso di offrire ai datori di lavoro uno sgravio contributivo fino a 3000 euro annui per ogni under 35 assunto fino al 2020.

Bonus assunzioni 2019 under 35, come funziona

Come già detto, il nuovo governo Conte ha deciso di prorogare fino al 2020 il precedente bonus assunzioni under 35, al fine di aumentare l’occupazione degli under 35 in Italia, fetta demografica in costante crescita negli indici percentuali dei disoccupati.

Grazie al decreto Dignità, quindi, non si vede solo una semplice proroga di due anni per il bonus dedicato alle assunzioni, ma viene di fatto eliminato il limite d’età che sarebbe sceso a 29 anni già a partire da quest’anno.

I datori di lavoro che accoglieranno in organico giovani precedentemente disoccupati che al momento dell’assunzione abbiano 35 anni, ottengono uno sgravio contributivo del 50%, con un tetto massimo di 3000 euro per ciascun anno, per tre anni.

Per ottenere lo sgravio, il datore di lavoro non dovrà licenziare il dipendente assunto tramite agevolazioni entro i primi sei mesi.
Il datore deve inoltre dotarsi di Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC).

Bonus assunzioni 2019 giovani under 35: chi può accedervi

Il bonus spetta a:

  • Tutti i datori di lavoro privati che siano in possesso dei requisiti;
  • Tutti i giovani under 35 disoccupati che siano in possesso dei requisiti;

Il bonus vale per i seguenti tipi di assunzioni:

  • Assunzioni a tempo indeterminato;
  • Per le trasformazioni di contratti preesistenti in contratti a tempo indeterminato;
  • Per la prosecuzione di contratti di tipo apprendistato, a patto che alla data della prosecuzione il dipendente non abbia compiuto i 35 anni;

Sono invece esclusi dal bonus tutti i nuovi contratti apprendistato e quello in ambito domestico (colf, babysitter, badanti)

  • Resta informato sulle NORMATIVE per la Casa CLICCA QUI

Ti suggeriamo queste letture

Bonus casa 2019, ecco tutti gli incentivi

Bonus mobili nel 2018: è ancora possibile sperarci?

Articoli Correlati



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere