5 Consigli per risparmiare sulla ristrutturazione della casa

81
ristrutturazione della casa

Decidere di ristrutturare casa significa fare grandi cambiamenti. Ognuno desidera che l’ambiente in cui vive sia caldo ed accogliente ma apportare un’aria di novità ai propri spazi richiede pianificazione, cura per i dettagli e competenza.

Modificare la struttura della casa in cui si vive o adattare alle proprie esigenze un vecchio immobile non fa la differenza perché in entrambi i casi l’obiettivo deve essere quello di realizzare la propria idea di ristrutturazione. Qualora si tratti di piccole ristrutturazioni è possibile affidarsi al fai da te, pratica da evitare in caso di interventi più invasivi.

Non sempre è facile avere ben chiaro il risultato finale e soprattutto se si è poco competenti in materia è bene affidarsi a dei professionisti che sappiano come intervenire, coordinando l’intero progetto. Un referente unico sarà capace di tradurre le idee in soluzioni realistiche e successivamente interfacciarsi con tutte le figure professionali necessarie alla realizzazione del progetto.

Un aspetto da tenere ben presente prima di cimentarsi nella ristrutturazione della casa è il prezzo. Bisogna prefissarsi un budget, partendo dalla consapevolezza che il prezzo per ristrutturare casa può variare a seconda del tipo di intervento che bisogna fare.

Per una ristrutturazione completa il prezzo si aggira attorno ai 200 euro al metro quadro. Gli interventi più complessi richiedono invece una spesa di circa 450 euro al metro quadro. Il prezzo può salire fino a superare i 1000 euro al metro quadro in caso di ristrutturazioni che richiedono interventi architettonici particolari o installazione di impianti.

Chi per realizzare questi lavori non dispone di un budget sufficiente, può richiedere alla banca un mutuo per ristrutturazione. Per capire qual è il mutuo più conveniente ci si può rivolgere a consulenti qualificati per farsi affiancare nella compilazione dei documenti necessari e fare un esame comparativo tra le possibili soluzioni.

Ristrutturare casa richiede pianificazione e capacità di valutare che cosa si può concretamente realizzare tenendo conto non solo del budget ma anche delle caratteristiche strutturali dell’ambiente in cui si vive. Esistono varie strategie per evitare spese eccessive ma per poter effettivamente risparmiare è bene organizzare i lavori in tutti i loro aspetti senza lasciare nulla al caso.

1) Valutare il progetto di ristrutturazione

Il primo passaggio consiste nella corretta valutazione del progetto di ristrutturazione. Il consiglio è quello di affidarsi a personale qualificato che sappia realizzare progetti coordinati ed onnicomprensivi.

La prima fase è quella più complessa in quanto richiede la pianificazione dei lavori da affrontare. Il professionista deve tenere conto tanto degli interventi strutturali ed impiantistici quanto della definizione dei vari aspetti tecnici e delle esigenze del cliente.

Optando per un progetto di ristrutturazione completo è possibile sin dall’inizio abbattere i costi finali in quanto si evita il rischio di realizzare singoli progetti che in fase di ultimazione della ristrutturazione potrebbero risultare non perfettamente compatibili tra loro.

2) Affidarsi ad una ditta professionale

Per ottenere un lavoro di qualità è fondamentale affidarsi ad una ditta professionale. Il fai da te è una soluzione indicata solo per i lavori di manutenzione ordinaria che non apportano modifiche strutturali all’immobile.

Quando è necessario realizzare una nuova pavimentazione, cambiare le tubature, realizzare un sottotetto, intervenire su un impianto elettrico o abbattere una parete il consiglio è quello di scegliere personale qualificato che sappia riconoscere i pro e i contro di ogni intervento.

Rivolgersi a degli esperti non è importante solo ai fini del raggiungimento di un buon risultato ma anche in termini di costi in quanto persone esperte sanno proporre soluzioni chiave per realizzare tutti i lavori in modo simultaneo, permettendo così di abbattere quei costi fissi che diversamente bisognerebbe periodicamente affrontare.

3) Scegliere bene i materiali

Per riuscire a risparmiare è importante scegliere bene i materiali. La qualità è fondamentale in quanto garantisce una maggiore durata del prodotto e di conseguenza una minore richiesta di successivi interventi.

Un risparmio sul breve termine potrebbe risultare poco vincente e per questo il consiglio è quello di non badare a spese qualora si tratti di materiali utilizzati per parti strutturali importanti della casa. Infissi ed impianti dovrebbero per esempio essere realizzati con materiali di ottima qualità che garantiscano una lunga durata.

4) Optare per pitture a smalto e resina invece delle piastrelle

Se si ha intenzione di rinnovare le proprie pareti cambiando stile e colore si può decidere di preferire le pitture a smalto e resina piuttosto che le piastrelle. Intervenire con le pitture è più rapido e meno costoso in quanto piastrellare una parete richiede tempi più lunghi e costi maggiori.

5) Usufruire delle detrazioni fiscali

Per risparmiare sulla ristrutturazione è possibile usufruire delle detrazioni fiscali. Si tratta di detrazioni riconosciute a tutti i contribuenti che vogliono effettuare lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria sul proprio immobile.

Per accedervi è necessario essere in possesso di alcuni requisiti e fare la richiesta tramite apposita documentazione, dichiarando il tipo di intervento da fare. Per chi con i propri lavori di ristrutturazione favorisce il risparmio energetico sono previste detrazioni più agevoli.

Articoli Correlati



Vai su Amazon.it per scoprire tutti i prodotti sulla Casa. CLICCA QUI
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere