I traslochi in abbinamento: cosa sono e quando convengono

0
59
traslochi in abbinamento

Doversi sottoporre ad un trasloco è uno stress non da poco.

Non si tratta soltanto della prospettiva di cambiare radicalmente la propria vita, ma anche di andare incontro ad una esposizione finanziaria che, soprattutto in un momento di crisi come l’attuale, può letteralmente dissestare il bilancio familiare.

Proprio per evitare che il budget destinato al trasloco possa infine rivelarsi insufficiente, la cosa migliore da fare, e con largo anticipo, è quella di reperire una azienda di trasporti seria, affidabile e in grado di proporre un rapporto molto elevato tra i servizi proposti e il prezzo finale.

Una mossa che può spianare la strada ad un trasferimento senza grandi problemi, a patto di non limitarci a scegliere la prima impresa trovata, ma di estendere al massimo la ricerca.

Altro fondamento da cui è necessario partire è il preventivo, ovvero il documento recante la proposta economica delle aziende consultate, completo delle varie voci di spesa, in modo da poter confrontare le offerte e scegliere quella effettivamente più conveniente.

Anche in questo caso un’avvertenza è d’obbligo: occorrerebbe sempre scartare le aziende che non compiono un sopralluogo, in quanto il preventivo deve essere strutturato sulla base della visione dei luoghi in oggetto e della merce da trasportare.

Chi non lo fa non è un vero professionista e potrebbe all’ultimo momento alzare il corrispettivo, confidando sulla ristrettezza dei tempi. Molto meglio evitare situazioni di questo genere.

 

Il groupage è sempre più in voga

 

Quando il trasferimento avviene in un luogo molto distante, o addirittura all’estero, la spesa può alzarsi a livelli praticamente insostenibili.

Va infatti considerato che le aziende di trasporti sono solite chiedere oltre al normale onorario un ulteriore compenso sulla base della distanza da coprire, che ordinariamente si attesta sull’euro al chilometro.

Ne consegue che per chi avesse in programma un trasferimento in Inghilterra o Germania, le mete più praticate dagli italiani che per lavoro si spostano all’estero, il conto finale rischia di arrivare a svariate migliaia di euro.

Proprio per ovviare a questo salasso, le ditte di trasporti internazionali hanno varato una formula, i traslochi in abbinamento, o groupage, che consente di dividere le spese tra più utenti.

cosa sono i traslochi in abbinamento

Perché conviene il groupage

 

Il vantaggio di questa formula consiste proprio nel fatto che la divisione delle spese relative ai pedaggi e tutte quelle che sono solitamente connesse allo spostamento di mezzi pesanti lungo le strade europee abbatte sensibilmente il prezzo finale a carico degli utenti coinvolti.

Si calcola che i traslochi in abbinamento possano infine comportare risparmi nell’ordine del 70% rispetto a quanto sarebbe necessario spendere ove si optasse per un trasporto normale.

L’unico inconveniente è quello relativo all’attesa che la ditta cui è stato affidato il compito riesca a reperire gli altri utenti e a completare quindi il carico del mezzo preposto.

Solitamente si tratta di attendere un mese o poco più e questo fatto può naturalmente contrastare con le esigenze di chi deve essere magari a Londra o a Berlino entro una determinata scadenza. Un piccolo prezzo da pagare per poter usufruire di tariffe effettivamente convenienti.