Come pulire gli elettrodomestici con ingredienti naturali

167
pulire gli elettrodomestici

Ci sono tantissimi modi per pulire gli elettrodomestici in maniera naturale e sostenibile. Tutto quello che ci occorre è già presente nelle nostre case: bicarbonato, aceto, limone e scorze di agrumi per igienizzare efficacemente il piano cottura, il forno, la lavatrice, la lavastoviglie e il frigorifero. Mondo Elettrodomestici ci spiega come farlo nel migliore dei modi!

Come pulire il frigorifero

Pulire il frigorifero con ingredienti naturali, quali bicarbonato, aceto e limone, rappresenta un vantaggio non indifferente in termini di prestazioni e igiene durature nel tempo. Il bicarbonato viene impiegato in cucina per le sue innumerevoli proprietà, per la sua azione antibatterica, smacchiante e sbiancante.

Per beneficiare del suo potere igienizzante, basta creare una pappetta densa versando un cucchiaio di bicarbonato in mezzo litro di acqua tiepida. Servitevi di una spugna per poter passare la miscela ottenuta su tutte le superfici, sia all’interno che all’esterno dell’elettrodomestico, strofinando delicatamente.

L’aceto bianco, sia di vino che di mele, è l’alleato perfetto per detergere e lucidare. Per un effetto brillante, infatti, basta versarne un bicchiere in una bacinella di acqua calda e lasciare in immersione le componenti estraibili del frigorifero per almeno trenta minuti. Il succo di limone, invece, può essere diluito con dell’acqua tiepida, inserendo il composto in un diffusore spray e spruzzandolo direttamente sulle superfici interessate: un ottimo rimedio per neutralizzare i cattivi odori emanati dal frigorifero.

Come pulire il forno

Il forno andrebbe pulito dopo ogni utilizzo per evitare l’accumulo di incrostazioni, che possono influenzare le ricette e modificare il sapore degli alimenti. Le parti estraibili del forno andrebbero messe a bagno in una soluzione composta da una metà di detersivo per piatti ecologico e l’altra metà da aceto bianco, il disinfettante naturale per eccellenza, facendoli agire per bene.

Anche l’interno e la porta del forno andrebbero puliti con una soluzione di detergente e aceto, strofinando delicatamente con un panno morbido per sciogliere il grasso. Se la teglia del forno dovesse risultare troppo sporca, un trucco utile è quello di cospargere tutta la superficie di sale grosso: riposizionatela in forno e scaldate alla massima potenza, finché il sale non assume una colorazione marrone. Una volta che l’elettrodomestico si è raffreddato, si può procedere eliminando sale e residui di sporco con una spugnetta e il detergente ecologico, oppure con una spazzola di nylon pensata appositamente per il forno.

Come pulire il piano cottura

Per sgrassare il piano cottura, si possono utilizzare insieme sale e limone: cospargete un po’ di sale su un limone tagliato a metà e strofinatelo sulla superficie da pulire. Se il piano ha una superficie smaltata o in marmo, sarebbe meglio evitare il limone e altre sostanze acide. Un’alternativa potrebbe essere quella di immergere una spugnetta in acqua e bicarbonato e passarla sul piano cottura, oppure preparare una miscela fai-da-te con l’aceto, soprattutto se il ripiano è in acciaio, così da lucidarlo: aggiungete quattro cucchiai di aceto bianco in un diffusore spray contenente acqua e spruzzate la miscela sulle parti interessate, per poi asciugare con un panno morbido per evitare la formazione di aloni.

Come pulire la lavastoviglie

Anche la lavastoviglie richiede particolari cure e attenzione, trattandosi di un elettrodomestico che utilizziamo quotidianamente. Il contatto con i residui di cibo e il calcare dell’acqua può far emergere funghi, muffe e cattivi odori. Dopo aver estratto le parti mobili della lavastoviglie, occorre pulire il filtro lasciandolo a mollo per 30 minuti con acqua, bicarbonato e qualche goccia di succo di limone.

Per far sì che la lavastoviglie sia sempre pulita e profumata basta utilizzare, una volta al mese, un tappo di aceto al posto del detersivo e far partire un lavaggio a vuoto ad una temperatura minore. Tra le altre cose, l’aceto è anche un ottimo anticalcare naturale.

Come pulire la lavatrice

Così come per la lavastoviglie, anche nel caso della lavatrice è necessario tenere sotto controllo lo stato delle guarnizioni e ripulire periodicamente il filtro. È fondamentale procedere con un lavaggio a vuoto con aceto, ad una temperatura di 50-60 gradi. Oltre all’aceto, si può utilizzare l’acido citrico, anche noto per le sue proprietà ammorbidenti: aggiungetelo ad ogni lavaggio, in modo da migliorare la qualità del vostro bucato e igienizzare al contempo la lavatrice.

Segui la Nostra sezione su COME RISPARMIARE CLICCA QUI

Articoli Correlati



Vai su Amazon.it per scoprire tutti i prodotti sulla Casa. CLICCA QUI
(COSA NE PENSI DI QUEST'ARTICOLO? DAI IL TUO VOTO!!!)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
Condividere