Come curare i tulipani, ecco i nostri consigli

307
curare i tulipani

Lunga vita ai tulipani! Questo gioiello dai colori vivaci annuncia l’arrivo della primavera. Non vediamo l’ora di vedere quelle foglie blu-verde che iniziano ad emergere mentre la Terra si risveglia dal suo sonno invernale.

Ecco i nostri consigli su come piantare e curare i tulipani.

I bulbi di tulipano sono piantati in autunno prima che il terreno si congeli. Piantando varietà con tempi di fioritura diversi, è possibile avere tulipani in fiore dalla prima alla tarda primavera. Alcuni tipi sono buoni per la fioritura al chiuso e la maggior parte sono eccellenti anche per i fiori recisi.

I fiori di tulipano sono solitamente a forma di coppa con tre petali e tre sepali. C’è un tulipano per ogni ambiente, dai piccoli tulipani “specie” nelle aree boschive naturalizzate ai tulipani più grandi che si adattano alle piantagioni di giardini formali dai letti ai confini.

I fiori verticali possono essere singoli o doppi, e variano di forma da semplici tazze, ciotole e calici a forme più complesse. L’altezza varia da 15 centimetri fino a oltre mezzo metro. Un tulipano cresce su ciascun fusto, con due o sei foglie larghe per pianta.

Sebbene i tulipani siano perenni da una prospettiva botanica, molti secoli di ibridazione significano che la capacità del bulbo di tornare anno dopo anno si è indebolita. Pertanto, molti giardinieri li trattano come annuali, piantando nuovi bulbi ogni autunno.

Il clima e il suolo dell’Europa occidentale non possono replicare le antiche condizioni della regione dell’Anatolia e della Russia meridionale, ovvero le regioni della loro nascita.

tulipani

Come piantare i tulipani

Preparare il letto da giardino utilizzando una forca da giardino o barra del timone per allentare il terreno ad una profondità di 25-30 centimetri , quindi mescolare uno strato di compost da 5 – 10 centimetri.

Piantare bulbi profondi almeno 20 centimetri, misurando dalla base del bulbo. E questo significa scavare ancora più in profondità, sciogliere il terreno e consentire il drenaggio o creare letti rialzati. Ricorda, più grande è il bulbo, più profondo è il buco di cui ha bisogno.

Imposta il bulbo nel foro con la punta rivolta verso l’alto. Coprire con terra e premere con fermezza il terreno.

Bulbi d’acqua subito dopo la semina. Sebbene non possano sopportare i piedi bagnati, i bulbi hanno bisogno di acqua per innescare la crescita.

Se hai intenzione di raccogliere tulipani perenni, concimali con un fertilizzante bilanciato quando li pianti in autunno. Usa materiale organico, compost o un preparato per tulipani a rilascio graduale bilanciato.

Per dissuadere i topi e le talpe – se sono stati un problema – metti agrifoglio o altre foglie spinose nei fori delle piantagioni. Alcuni giardinieri usano lettiera per gatti o ghiaia schiacciata. Se voles e roditori sono un vero problema, potrebbe essere necessario prendere misure più forti, come piantare bulbi nelle gabbie di fili interrati.

Cura dei tulipani

Se piove settimanalmente, non innaffiare. Tuttavia, se c’è un terreno secco e non piove, è necessario innaffiare i bulbi settimanalmente fino a quando il terreno non gela.

Le estati piovose, i sistemi di irrigazione e il terreno umido sono la morte dei tulipani. Non innaffiare mai deliberatamente un bulbo se non in caso di siccità. Il terreno bagnato porta a funghi e malattie e può marcire i bulbi.

Aggiungi corteccia di pino sminuzzata, sabbia o qualsiasi altro materiale ruvido al terreno per favorire il drenaggio rapido.

Applica il compost ogni anno per fornire i nutrienti necessari per le future fioriture.

In primavera, quando emergono le foglie, dai da mangiare al tuo tulipano lo stesso bulbo cibo o farina di ossa che hai usato al momento della semina. Innaffia bene.

Lasciare le foglie sulle piante per circa 6 settimane dopo la fioritura. I tulipani hanno bisogno del loro fogliame per raccogliere energia per le fioriture del prossimo anno. Dopo che il fogliame diventa giallo e muore, può essere eliminato.

Le grandi varietà possono aver bisogno di essere ripiantate ogni pochi anni; i piccoli tipi di solito si moltiplicano e si diffondono da soli.

  • Resta informato sul mondo del GIARDINAGGIO CLICCA QUI

Articoli Correlati



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere