Trasferimento in una nuova abitazione, è possibile risparmiare?

276
cambiare casa

Cambiare casa è sempre emozionante e allo stesso tempo delicato. È un momento, infatti, nella vita di una persona o una famiglia, in cui si concentrano spese importanti. La caparra per un nuovo affitto, magari l’esborso per due canoni contemporaneamente, fintanto che si svuota il vecchio appartamento e si sistema tutto nel nuovo o magari, l’anticipo per l’acquisto di un nuovo immobile, il mutuo, le spese notarili, l’agenzia e anche il trasloco.

Su alcuni di questi costi non si può avere il controllo, perché tante volte le regole le detta il mercato, ma di altre, con qualche accorgimento si può riuscire a spuntare un prezzo buono.

Tra le spese che vengono a volte sottovalutate, ma hanno comunque un certo peso e si possono regolare rientra il servizio di trasloco.

Sul mercato sono presenti numerose ditte che se ne occupano. Alcune di queste offrono servizi meramente standard, legati magari solo al trasporto dei pacchi, altri, invece, sono più completi e includono anche imballaggio e assicurazione.

Online possiamo trovare diverse aziende di traslochi come Tuttotraslochi.it, presso le quali è possibile chiedere dei preventivi in base alle proprie esigenze e scegliere la ditta che ci offre un servizio migliore a un prezzo in linea con il nostro budget.

Ma quali altri accorgimenti si possono mettere in atto, in tal senso?

Fare una cernita

Spesso i preventivi del trasloco si calcolano anche sulla mole e quantità di pacchi da spostare. In tal senso si può agire a monte, effettuando una profonda scrematura di tutto ciò che serve portare. Il trasferimento in una casa nuova può essere una valida occasione per eliminare tutto il superfluo e ridurre così l’ingombro, in modo da risparmiare su imballaggio e trasporto.

Occhio al giorno del trasloco

Per spostare tutto il necessario, se viene coinvolta una ditta, basta appena un giorno.

L’ago della bilancia che fa pendere i prezzi, però, dipende proprio dal giorno che si sceglie.

Anche se gli impegni lavorativi possono indurre a optare per un giorno festivo, bisogna tener presente che le tariffe, proprio in quelle giornate sono superiori.

Meglio scegliere un giorno infrasettimanale ed evitare la fine del mese, periodo notoriamente affollato di trasferimenti.

Pondera la necessità di una polizza

Attivare una polizza assicurativa sul trasloco può rappresentare o meno un vantaggio economico.

Se in ballo ci sono oggetti preziosi e al contempo fragili da spostare, allora meglio attivarne una, valutando a monte costi e condizioni.

Diversamente se ne può fare anche a meno, per evitare di maggiorare ulteriormente le spese.

Vendi quello che non ti serve

Prima facevano riferimento al fatto di liberarsi del superfluo.

Accanto a questa buona pratica si può affiancare anche l’idea di vendere eventuali oggetti o elettrodomestici o mobili, ancora in buono stato ma che non potranno trovare posto nella nuova abitazione.

In questo modo potrai racimolare anche un piccolo gruzzoletto, per abbattere ulteriormente le spese accessorie legate al trasloco.

Acquista i materiali di imballaggio in anticipo

Gli articoli per l’imballaggio, come scatole, nastro adesivo, carta da imballaggio e pluriball, possono diventare una spesa significativa. Acquistali in anticipo da negozi di forniture per l’ufficio o cerca opzioni di seconda mano.

Potresti anche chiedere a familiari e amici se hanno materiali di imballaggio inutilizzati. Ricicla anche scatole e materiali da imballaggio dalle tue consegne quotidiane per risparmiare ulteriormente.

Vuoi conoscere quanto costa un trasloco nella tua città? CLICCA QUI

(COSA NE PENSI DI QUEST'ARTICOLO? DAI IL TUO VOTO!!!)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
Condividere