Arredamento in stile scandinavo: cosa fare per non sbagliare

193
arredamento stile scandinavo

I consigli da seguire obbligatoriamente per un risultato contemporaneo che non sia né freddo né inospitale

Lo stile scandinavo di oggi nell’arredamento casalingo è uno dei più amati. Accogliente, semplice, sobrio, pulito nelle linee e caratterizzato dalla presenza di materiali naturali.

L’essenzialità e l’ordine ridotto al minimo sono tre dei precetti basilari da seguire, tuttavia il rischio di chi opta per questo stile è quello di creare un ambiente fin troppo freddo e conseguentemente non molto ospitale. Di seguito le fondamentali regole da seguire con parsimonia per non commettere nessun passo falso nel decorare il vostro appartamento in stile contemporaneo.

L’impiego del bianco nello stile scandinavo

Un’abitazione caratterizzata da questo stile prevale i colori chiari che amplificano la luce naturale. Dalle pareti ai mobili, lo spettro dei colori spazia dal grigio chiaro ai colori naturalissimi, interrotti da sfumature neutre in contrasto come il nero e il grigio.

Giocate con il candore del bianco per rendere l’interno squisitamente contemporaneo. Potete scegliere le sfumature di bianco più caldo, ossia quelle sporcate di rosa o giallo, per ottenere un risultato meno freddo.

Mixate anche tre white-off (tonalità di bianco) per i complementi d’arredo, la tinta delle pareti e il colore della pavimentazione.

Giocare con le trasparenze

Il cristallo è uno dei materiali classici, ma si sposa alla perfezione con gli ambienti di matrice contemporanea. Un tavolo con il piano vitreo o un paio di vasi trasparenti sapranno dare un tocco paradisiaco e molto raffinato agli interni moderni.

Arredare in stile scandinavo è usare il minimo necessario

In un interno che segue le regole dello stile contemporaneo non ci si può esimere dall’abbracciare il decluttering, ovvero l’uso del minimo essenziale. Riguarda l’usanza di stampo svedese che consente nell’eliminare il superfluo, salvando solamente l’essenzialità.

La disposizione e l’ordine minimale dell’oggettistica è parte integrante e decisiva dell’effetto più riuscito di un valido design odierno.

Stile industriale

Selezionate i mattoni a vista e il pavimento in cemento, contaminando l’interno di un sentore rossastro che ha come parola d’ordine l’“infinito” dei materiali tipici dell’industrial: sono sempre benvenuti, ovviamente, ferro e cemento prima di ogni altro.

I colori per tinteggiare le pareti

Provate a tinteggiare le pareti con colori neutri e scuri, l’effetto non sarà mai tetro ma anzi molto elegante soprattutto se saprete sdrammatizzare il colore scuro del muro con punti vivaci sulle mensole.

Elaborate in maniera fantasiosa con gli accessori e le decorazioni virando invece sul freddo per ciò che riguarda lo sfondo.

Design contemporaneo

Una resa contemporanea degli interni è anche il risultato di un sapiente miscela di oggettistica dalle linee modernissime. Posizionate in ogni stanza uno o due complementi dal design scandinavo, vedrete che anche la boiserie più nostalgiche e il pavimento più vissuto assumeranno un aspetto molto soddisfacente.

Abusare dello spazio

Se non volete penetrare nei meandri filosofici e spirituali dello zen e del design scandinavo, limitiamoci ad osservare alla spazialità della casa: ambienti ariosi, non molti mobili ed essenzialità anche riguardo i suppellettili saranno lo step di partenza per una casa di stampo contemporaneo.

Resta informato su IDEE ARREDO CLICCA QUI

Articoli Correlati



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 VOTI, MEDIA: 5,00 SU 5)
Loading...
Condividere